Se si vuole ammirare dall’alto tutta quanta la città di Lucca, le sue colline, le Alpi Apuane e gli Apennini che la circondano, basta andare sulla sommità della Torre Guinigi, dove, dopo aver salito 25 rampe di scale, e dunque 230 scalini, si arriva alla bella altezza di 44, 25 metri, e finalmente ci si può riposare sulla panchine all’ombra dei famosi lecci, si dice piantati da Paolo Guinigi.
I Guinigi, potente e ricca famiglia lucchese, costruirono sia  il palazzo che fiancheggia la torre, che quello che le sta di fronte, alla fine del XIV secolo; tra le circa 130  torri medievali appartenute a privati, la torre alberata è l’unica che sia rimasta intatta, nè  ridotta in altezza, nè abbattuta come avvenne per la maggior parte nel XVI secolo.
La torre si innalza all’angolo tra Via Sant’ Andrea e Via delle chiavi d’oro, ma da molti altri punti di vista, si fa ammirare e riconoscere per i suoi alberi sulla sommità; sulla cima della torre, infatti, si trova un piccolo giardino pensile, costituito da un grande cassone in  muratura riempito di terra, nel quale sono state piantate, a suo tempo, sette piante di leccio.
La Torre è diventata col passare del tempo, un vero e proprio simbolo distintivo della città di Lucca, al pari del sarcofago marmoreo voluto da Paolo Guinigi per la sua giovane sposa , e della cui esecuzione fu dato incarico a Jacopo della Quercia, e come la cerchia muraria




Orari di Apertura

Lunedì

10 - 18

Martedì

10 - 18

Mercoledì

10 - 18

Giovedì

10 - 18

Venerdì

10 - 18

Sabato

10 - 18

Domenica

10 - 18

Itinerario

Richiedi la gestione

Vuoi gestire questa pagina? Potrai modificarla tutte le volte che vuoi ed inserire Eventi ed Offerte Speciali.

Richiedi Elenco

Lascia una recensione

Accessibilità
Luogo
Bellezza
Servizi
Conservazione
Pubblicazione in corso …
La tua valutazione è stata inviata correttamente
Compila tutti i campi
Captcha check failed
Statistiche: 76 Categorie 37 Localizzazioni 49 Risorse 0 Recensioni